fbpx

Fincantieri and Marakeb Technologies to Collaborate on Unmanned Technologies

Leading shipbuilder Fincantieri has inked a Memorandum of Understanding with UAE based Marakeb Technologies  to explore global collaboration opportunities in the field of autonomous technology at the ongoing 2020 Unmanned Systems Exhibition and Conference (UMEX 2020) being held in Abu Dhabi.

The agreement was signed by Basel Shuhaiber, Chief Executive Officer of Marakeb Technologies, and Giuseppe Giordo, General Manager of Fincantieri Naval Business at UMEX 2020.

“This agreement strengthens our group in many respects. Indeed, together with Marakeb Technologies, not only will our positioning in the area be enhanced by a top-level partnership, but it will also give us the chance of exploring new opportunities. From an innovation standpoint, this agreement will also allow us to kick-start the development of cutting-edge solutions,” said Giuseppe Giordo.

The MoU will lead to the cross-evaluation of Fincantieri’s current automation solutions and Marakeb Technologies’ patented unmanned technology and both companies will jointly develop applications on various vessel types in Fincantieri’s portfolio.

Basel Shuhaiber said: “Marakeb Technologies aims to expand its capabilities in the field of autonomy through a strategic partnership with Fincantieri. Our collective strengths in the integration of unmanned technologies will enable us to create unique opportunities in the UAE and abroad”.

The global partnership aspires to establish future commercial opportunities in regional and international markets.

 

La capacità di costruire navi di Fincantieri e l’automazione di Marakeb Technologies, azienda degli Emirati Arabi leader del settore, per arrivare a realizzare delle navi che non richiedono il pilota e si governano da sole. Marakeb Technologies, provider di soluzioni di automazione e Fincantieri, uno dei più grandi gruppi navalmeccanici al mondo, hanno infatti firmato un memorandum per esplorare opportunità di collaborazione nel campo dell’automazione a livello globale.

L’accordo è stato siglato da Basel Shuhaiber, amministratore delegato di Marakeb Technologies, e Giuseppe Giordo, direttore generale della divisione Navi Militari di Fincantieri, nel corso della fiera Unmanned Systems in corso ad Abu Dhabi.

Grazie a questa intesa, le due aziende vogliono avviare una valutazione incrociata delle attuali soluzioni di automazione adottate da Fincantieri e di quelle brevettate da Marakeb Technologies, per esplorare la possibilità di sviluppo congiunto di applicazioni sui diversi tipi di nave del portafoglio prodotti di Fincantieri.

La partnership ambisce a stabilire future opportunità commerciali nei mercati dell’area e in quelli internazionali, attraverso l’unione della comprovata reputazione di Marakeb nel Middle East e nel Nord Africa, e il forte interesse di Fincantieri per l’integrazione delle nuove tecnologie e la sua espansione su scala globale.

Marakeb Technologies mira ad espandere le sue capacità – sottolinea Basel Shuhaiber, Ceo di Marakeb Technologies – nel campo dell’automazione attraverso una partnership strategica con Fincantieri. I nostri punti di forza comuni nell’integrazione di tecnologie senza pilota, ci consentiranno di creare opportunità uniche negli Emirati Arabi Uniti e all’estero“.

Un simile accordo – commenta Giuseppe Giordo, direttore generale divisione Navi Militari di Fincantieri – ci rafforza sotto molteplici aspetti. Infatti, insieme a Marakeb Technologies, il nostro posizionamento nell’area si arricchisce di un partner di primo livello, aprendo la possibilità di esplorare nuove opportunità. Anche dal punto di vista dell’innovazione contiamo, con questa intesa, di dare un impulso importante per lo sviluppo di soluzioni all’avanguardia“.

Marakeb Technologies progetta e produce prodotti tecnologici, che vanno dai sistemi di automazione avanzati alle stazioni di controllo a terra per applicazioni militari e industriali. Con l’integrazione della propria tecnologia brevettata e collaudata MAP Pro, Marakeb Technologies può convertire qualsiasi veicolo aereo, terrestre e marittimo da presidiato a non presidiato, fornendo agli operatori la possibilità di monitorare e controllare il veicolo autonomo da qualsiasi luogo a terra e in mare. Tawazun Economic Council, l’ente preposto ad attivare gli investimenti della Difesa degli Emirati Arabi Uniti, possiede una quota del 30% dell’azienda.